Spiagge e vini nella Fleurieu Peninsula

Bookmark and Share

Febbraio 2010

Dopo aver goduto delle meraviglie di Adelaide, partii alla volta della Fleurieu Peninsula, una delle più belle regioni del South Australia, situata tra Adelaide e Kangaroo Island, e caratterizzata da spiagge favolose, cittadine storiche ricche di fascino e raffinate aziende vinicole che punteggiano l’intera penisola come piccole gocce di un liquido prezioso. Se capiterete nella stagione giusta, potrete addirittura intravedere in lontananza, al largo delle spiagge meridionali, cuccioli di balena seguiti affettuosamente dalle loro madri….uno spettacolo tenerissimo a cui ho avuto la fortuna di assistere.

La prima tappa del mio giro turistico nella Fleurieu Peninsula fu presso la regione vinicola di McLaren Vale, diventata una sorta di mecca per i cultori dei piaceri enogastronomici e un’autentica delizia per i sensi; tra l’altro, ebbi l’occasione di far visita a due delle 48 aziende vinicole con cantine per la vendita diretta al pubblico, situate tutte a pochi minuti di automobile dal centro della cittadina. Vi consiglio di non perdervi la degustazione dei pregiati vini rossi per i quali è conosciuta la regione, in quanto sono semplicementi divini! Successivamente mi diressi a Willunga, una tranquilla e graziosa cittadina che ebbe un fiorente sviluppo intorno al 1840, quando furono scoperti i vicini giacimenti di ardesia di ottima qualità. Oggi gli edifici d’epoca restaurati ospitano ristoranti di prim’ordine e gallerie d’arte. La cittadina si riveste degli splendidi colori dei fiori appena sbocciati durante l’Almond Blossom Festival, che si svolge nel mese di luglio, per cui, se capiterete in quel periodo, non perdetevi assolutamente questo meraviglioso spettacolo della natura. Se durante il vostro soggiorno vorrete dedicarvi ai bagni di sole, allora dovrete dirigervi lungo il litorale del Gulf St Vincent, in cui si estendono magnifiche spiagge adatte alla balneazione, a partire da Christies Beach, frequentata anche da surfisti esperti, fino a Maslin Beach: qui la spiaggia è favolosa e protetta da scogliere sabbiose come in un paesaggio desertico. Vi segnalo poi Port Willunga, poco più a sud di Maslin, sede di un rinomato ristorante arroccato in cima alla scogliera, lo Star of Greece, dove si può gustare una strepitosa cucina a base di pesce sullo sfondo di un panorama sensazionale!

Lasciate le spiagge del Gulf St Vincent, giunsi a Victor Harbour, una bella località di villeggiatura caratterizzata da un esteso lungomare e che offre attrazioni tra le più svariate, come ad esempio divertenti clown, una sala di tiro al bersaglio e un castello gonfiabile, per cui, come avrete capito, si tratta di un posto molto adatto ai bambini. Victor Harbour è protetta dalla furia dell’oceano da Granite Island, un’isola disseminata di grossi massi rocciosi, collegata alla terraferma da una strada rialzata che potrete percorrere a bordo di (udite, udite) un tram trainato da cavalli, un mezzo a due piani risalente a fine ‘800. L’isola è attraversata da un circuito lungo 1,5 km da percorrere a piedi e ospita una colonia di pinguini; a tal proposito, il Granite Island Nature Park organizza passeggiate guidate per osservare i pinguini al tramonto, quando escono dall’acqua e si spostano lungo la riva, offrendo al visitatore uno spettacolo straordinario.

L’ultima “perla” della Fleurieu Peninsula che ebbi l’occasione di scoprire fu Port Elliot, incorniciata dalla splendida distesa del mare color verde smeraldo, che ammirai in tutta la sua maestosità dal sentiero che corre sulla scogliera, un ottimo punto di osservazione anche per l’avvistamento delle balene durante la stagione della migrazione….un’esperienza assolutamente indimenticabile!