Launceston, Tasmania

Bookmark and Share

Gennaio 2010

Era un tardo pomeriggio di gennaio quando arrivai a Launceston (“Lonnie” per la gente del posto), la seconda città per grandezza della Tasmania, che possiede ancora l’atmosfera di una tranquilla cittadina di campagna. Sebbene la capitale Hobart sia più cosmopolita, Launceston, con le sue case in stile vittoriano, edoardiano e art déco, è all’altezza di qualsiasi altra città australiana. Dovete sapere che, come molte altre cittadine della Tasmania, anche la Launceston dei primi tempi era tutt’altro che raffinata, e oggi, nonostante conservi ancora una certa ruvidezza, la presenza della famosa University of Tasmania e di alcuni ottimi ristoranti, nonché le regolari partite di calcio della AFL (Australian Football League) le conferiscono un pizzico di mondanità.

Appena giunta in città, mi diressi alla straordinaria Cataract Gorge, nella quale magnifiche scogliere di basalto, circondate da una bella riserva faunistica, si elevano maestose lungo le rive del South Esk River. Durante la giornata, si possono vedere ragazzini che si tuffano nel fiume e intrepidi scalatori che sfidano la forza di gravità, mentre di notte le scogliere illuminate appaiono sfuggenti e piene di ombre. Vi segnalo inoltre due sentieri escursionistici che corrono lungo i due lati della gola, conducendo fino al First Basin, dove troverete una piscina, aree per il picnic, un buon ristorante con pavoni che scorrazzano all’esterno e sentieri che portano agli splendidi punti panoramici, da cui potrete godere di una vista davvero mozzafiato!

Il giorno seguente mi recai al Queen Victoria Museum & Art Gallery, che dispone di ben due sedi, una situata in un edificio di fine ‘800 costruito appositamente per ospitare il museo a Royal Park, e l’altra presso il ristrutturato Inveresk Railyards.

L’ala di Royal Park è particolarmente adatta ai bambini e comprende mostre sugli aborigeni e sulla fauna della Tasmania, un tempio cinese donato dai discendenti dei coloni cinesi e un bellissimo planetario, che farà sicuramente la gioia dei vostri piccoli; l’elegante ala di Inveresk ospita invece un’interessante galleria d’arte, vecchi aeroplani e un’originale officina ferroviaria. Un altro particolarissimo museo che visitai in giornata è il National Automobile Museum of Tasmania, che, ne sono certa, piacerà molto agli appassionati di motori: si tratta infatti di una delle migliori collezioni di automobili e motociclette d’epoca di tutta l’Australia. Vi consiglio inoltre di prevedere nel vostro viaggio una breve tappa presso la meravigliosa Franklin House, una delle più belle residenze in stile georgiano di Launceston, costruita nel 1838 e poi splendidamente restaurata: credetemi, è un edificio di un’eleganza e di una raffinatezza uniche!

L’ultima giornata trascorsa in città la dedicai all visita del favoloso City Park, il quale si estende su una superficie di 13 ettari: si tratta di un bel giardino in stile vittoriano, con molte querce, un’elegante fontana, vecchi alberi europei, un gazebo, un magnifico recinto con macachi giapponesi e un giardino d’inverno in vetro del 1832. Se desiderate godere di un po’ di relax, immersi nel verde, allora al City Park troverete l’ambiente adatto a voi; altrettanto piacevole è la graziosa Princes Square, la quale presenta una splendida fontana di bronzo acquistata all’Esposizione Universale di Parigi del 1855, costituendo la meta ideale per una bella passeggiata rigenerante.

Che altro posso dirvi per convincervi a partire? Preparate i bagagli e venite voi stessi a scoprire quanto di più interessante ha da offrirvi questa adorabile città…